Ordo Fratrum Minorum Capuccinorum

Log in
updated 6:22 AM CEST, Aug 6, 2020

Pontianak responsabile di Timor Est

«Il Ministro generale, dopo aver sentito il parere favorevole dei Ministri provinciali e dei Consigli delle Province del Portogallo e di Pontianak, in Indonesia, dopo aver ascoltato i Superiori Maggiori della Conferenza dei Cappuccini iberici (CIC) e della Conferenza dei Ministri provinciali dei Cappuccini dell'Asia del Pacifico (PACC) ), osservato ciò che, secondo il diritto, deve essere osservato (cfr. Cost. 119, 1.3; OG 8/25), avendo ottenuto il consenso del suo Consiglio nella riunione del 21 novembre 2019, DECIDE il trasferimento di responsabilità della Presenza dei Frati Minori Cappuccini di Timor Est, fino ad ora dipendente dalla Provincia del Portogallo, alla Provincia di Pontianak, in Indonesia. »

Con queste parole, parte del decreto del Ministro generale, P. Roberto Genuin, è stato proclamato, nel tardo pomeriggio del 9 febbraio, a Laleia, città natale della presenza cappuccina a Timor-Leste, il trasferimento di responsabilità ad un'altra circoscrizione dell'Ordine, dalla provincia del Portogallo a quella di Pontianak, Indonesia. Dopo aver letto il Vangelo, in occasione della celebrazione dell'Eucaristia con tutti i frati, presieduta da P. Victorius Dwiardy, Consigliere generale della PACC, il decreto del Ministro generale (Prot. N. 00051/20) è stato letto in inglese dal Ministro provinciale da Pontianak, P. Hermanus Mayong, e in portoghese, dal Ministro provinciale del Portogallo, P. Fernando Alberto. Nell'omelia che seguì, P. Victorius colse l'occasione per illuminare con la Parola di Dio, proclamata questa domenica, il cammino intrapreso fino a questo atto storico, nel corso dei 16 anni di presenza cappuccina avviati dalla Provincia del Portogallo, un cammino che deve continuare, ora sotto la responsabilità della Provincia di Pontianak: essere sale della terra e luce del mondo, vivendo e irradiando il carisma cappuccino in queste terre del Sol Levante.

Il trasferimento di responsabilità ad un'altra provincia non significa che la provincia portoghese si ritiri da questa missione iniziata nel 2003. Al contrario, è consapevole di dover rispondere, entro le sue possibilità, alle immense richieste che i portoghesi e la lingua portoghese continuano a segnare la loro presenza con queste persone affettivamente ed effettivamente legate al Portogallo. Pertanto, la disponibilità dei frati portoghesi ad andare in missione in "quest'altra parte del mondo" deve essere mantenuta in vita, così come la cooperazione dei gruppi missionari collegati alle comunità cristiane affidate alla cura pastorale dei cappuccini.

Nel decreto del Ministro generale, si può leggere un breve riassunto del percorso storico della presenza cappuccina a Timor Est e delle misure prese per trasferire la responsabilità a un'altra Provincia dell'Ordine:

La presenza missionaria cappuccina a Timor Est è stata avviata dalla Provincia del Portogallo nel 2003, nel villaggio di Laleia, distretto di Manatuto, diocesi di Baucau.

Fin dall'inizio, accanto all'intenso lavoro di presenza e di evangelizzazione, i primi missionari hanno presto assunto il ruolo prioritario di impiantare l'ordine dei cappuccini in quel paese. Con pochissime strutture materiali e risorse umane molto scarse, hanno ricevuto giovani che hanno espresso il desiderio di essere frati cappuccini.

Nel 2006, per rispondere al percorso formativo dei candidati, è stata creata una nuova fraternità, in una casa in affitto, a Dili, trasferita all'inizio del 2009 nel convento costruito nel frattempo a Tibar, Liquiçá, diocesi di Maliana.

Oltre all'impegno per l'impiantazione dell'Ordine, ci sono anche responsabilità pastorali a Laleia (Parrocchia) e a Tibar, e alcuni progetti sociali realizzati principalmente a Laleia.

Fin dall’inizio, la Provincia portoghese ha ritenuto che difficilmente avrebbe potuto svolgere la presenza iniziata nella sola Timor Est. Per questo motivo, non passò molto tempo prima che chiedesse la preziosa collaborazione di altre circoscrizioni, a cominciare da quella della Provincia di Baia-Sergipe, proseguendo poi con quella della Provincia di Pontianak, quella della Provincia d'Australia e quella della Custodia di Sibolga.

Il XVIII Capitolo della Provincia Portoghese, tenutosi dal 24 al 28 aprile 2017, ha stabilito che “Il Consiglio provinciale chiede al Ministro generale di avviare le azioni necessarie per il trasferimento giuridico di responsabilità a Timor Est a un'altra Circoscrizione dell’Ordine" (proposta 11, paragrafo c). In seguito a tale determinazione, il Ministro provinciale del Portogallo, in una lettera del 7 giugno 2017, ha chiesto al Ministro generale di avviare tale processo. In risposta, il Ministro generale ha contattato la Provincia di Pontianak, che ha accettato di assumersi la responsabilità della presenza dell'Ordine a Timor Est.

Fonte: https://www.capuchinhos.org/atualidade/missoes/provincia-de-pontianak-responsavel-por-timor-leste

Altro in questa categoria: « Gerusalemme 2020 Applicazione OFMCap »