Ordo Fratrum Minorum Capuccinorum 2

Log in
updated 11:37 AM UTC, Nov 26, 2022

Ucraina: l’aiuto di due fratelli Tedeschi

Fra Jeremias, 53 anni, e fra Moritz, Junior, 26 anni, della provincia tedesca, hanno deciso di aiutare la popolazione ucraina dopo l'attacco russo e l’inizio di questa guerra crudele. Dopo alcuni giorni di intensa conversazione, preghiera e riflessione, sapevano cosa c’era da fare. Da un lato, osare un segno francescano per portare la pace là dove è stata rubata, come fratelli di strada; nel bagaglio le preghiere, le preoccupazioni e soprattutto l'impotenza delle persone che la circondano. D'altra parte, aiuti concreti: materiale per la cura delle ferite, sedie a rotelle, stampelle, attrezzature mediche e cibo; in altre parole: sostegno materiale a quelle persone la cui preghiera, preoccupazione e impotenza i due cappuccini vogliono dare un'espressione. 

La prima volta, all'inizio di marzo, sono rimasti per circa due settimane e hanno trovato alloggio nel seminario greco-cattolico di Lviv, dove hanno pregato insieme ai seminaristi che vi abitano, ai sacerdoti e alle loro famiglie, e si sono fermati lungo le folle di profughi alla stazione ferroviaria della città. Anche qui non si trattava di essere lì come estranei per loro, ma piuttosto con loro come fratelli: le cose materiali dovrebbero essere espressione di solidarietà, non sostituirla. Distribuivano minestra ogni giorno alla stazione, facevano panini e ascoltavano le storie e le preoccupazioni della gente attraverso la traduzione dei seminaristi; cercavano di assorbire la sofferenza della gente al meno per un minimo con gesti semplici, con orecchie e braccia aperte. Hanno passato le notti con i loro ospiti quasi esclusivamente nel rifugio antiaereo a pregare insieme – solo tre notti non c'era nessun allarme missilistico. 

Grazie a questa prima volta in Ucraina, è iniziata una stretta amicizia e cooperazione con questo seminario e l’Ordine di Malta in loco. Dopo che i due sono tornati in Germania, fra Moritz ha iniziato i suoi studi, mentre fra Jeremias ha continuato ad organizzare l'aiuto per i fratelli in Ucraina al meglio delle sue capacità. Nel frattempo, vi sono già arrivati dodici camion da 40 tonnellate carichi di generi di prima necessità. 

Fra Jeremias è stato in Ucraina per la terza volta e ha creato una rete che consente di distribuire ampiamente queste forniture: cibo per orfanotrofi e rifugi per profughi, forniture mediche per ospedali e acqua potabile per le aree orientali dell'Ucraina che sono sotto fuoco. I due frati vogliono mantenere e continuare il loro aiuto. Essi ringraziano per il sostegno nell'azione e nella preghiera.

Ultima modifica il Martedì, 26 Luglio 2022 17:15