Ordo Fratrum Minorum Capuccinorum IT

Log in
updated 9:58 AM UTC, Jun 13, 2024

Passaggio Giuridico di due Custodie

Il 18 maggio 2024, presso la Curia generale a Roma, ha avuto luogo la celebrazione del trasferimento giuridico di due Custodie generali, che sono diventate Custodie provinciali. Si tratta della Custodia generale di Nostra Signora della Speranza di Guatemala-Honduras-El Salvador, che è diventata una Custodia della Provincia di St. Mary di New York – New England; e della Custodia generale di San Felice da Cantalice di Nicaragua-Costa Rica-Panama che è diventata una Custodia della Provincia di Nostra Signora di Fatima del Brasile Centrale.

La celebrazione, introdotta e conclusa con la preghiera, è stata semplice, ma significativa: erano presenti i Custodi coinvolti nel nuovo passaggio, il Ministro provinciale del Brasile Centrale, il Ministro provinciale di New York-New England collegato online, e diversi nuovi ministri, al termine dal corso di formazione a loro dedicato, il Ministro generale e il suo Consiglio e alcuni frati della Curia generale. Inoltre, alla celebrazione hanno partecipato online più di 60 frati delle Custodie e Province coinvolte.

Fr. José Ángel Torres Rivera, Vicario generale e Consigliere della CCH (America Latina) ha contestualizzato la celebrazione; poi è stata tratteggiata la storia dei cappuccini in quest’area geografica del Centro America, che ha portato a dare vita alle due Custodie generali, e, infine, il Ministro generale ha dato lettura del passaggio giuridico delle due Circoscrizioni.

Fr. Silvio do Socorro de Almeida Pereira, Consigliere della CCB (Brasile), e il Ministro stesso, hanno espresso compiacimento per il cammino fin qui fatto di comunione e crescita nella responsabilità reciproca tra le Circoscrizioni, ed espresso il seguente augurio: “Queste due Custodie provinciali nascono sotto la tutela del nostro buon fratello San Felice da Cantalice, il primo santo cappuccino: conceda a questi frati di camminare insieme, di sostenersi a vicenda e di raggiungere la santità”.