Ordo Fratrum Minorum Capuccinorum IT

Log in
updated 2:39 PM UTC, Jul 16, 2024

Incontro Panafricano dei superiori maggiori dei Frati Minori Cappuccini

Abidjan - Costa d’Avorio, 7-10 novembre 2016

logo panafrique

“Que nous soyons un” (Affinché siamo uno), questo è stato il motto dell’incontro Panafricano dei Frati Minori Cappuccini presenti nel continente africano. I ministri provinciali, custodi e delegati delle nostre presenze in Africa si sono ritrovati con il Ministro Generale e i Consiglieri Generali dal 7 al 10 novembre, nel nostro Convento di Abidjan, Costa d’Avorio. Seguendo un programma molto intenso, i partecipanti hanno lavorato e approfondito le tematiche più significative che accompagnano la presenza dei Frati Cappuccini in Africa: la conoscenza reciproca, la formazione iniziale e permanente, le collaborazioni tra le diverse circoscrizioni circa la formazione iniziale, il personale e l’economia. Le varie tematiche sono state introdotte da una relazione, alla quale è seguito l’approfondimento e la discussione nei lavori di gruppo.

Dalle relazioni e dagli interventi dei partecipanti è emerso un desiderio comune per il futuro: identificare una “via africana” per vivere e testimoniare il nostro carisma. Una delle via per perseguire questo scopo è quella di intensificare gli incontri delle Conferenze dell'Africa, la EACC (Eastern Africa Capuchin Conference) e la CONCAO ( Conferentia Capuccinorum Africae Occidentalis), sia all'interno delle singole conferenze che tra le due realtà. I presupposti per un buon cammino sono reali e il Ministro Generale nel suo intervento conclusivo li ha indicati, incoraggiando in modo particolare i percorsi di collaborazione e ad approfondire la nostra identità e appartenenza.

{pp_youtube}qMWvu_M4F5A{/pp_youtube}

I lavori si sono conclusi giovedì 10 novembre con il pellegrinaggio alla Basilica “Nostra Signore della Pace” di Yamoussoukro. I frati partiti di buon mattino, hanno celebrato il passaggio della Porta Santa, visitato la Basilica e concelebrato l’eucaristia presieduta dal Nunzio Apostolico mons. Joseph Spiteri. Il pranzo ha concluso cordialmente questi giorni di dialogo, vissuti all’insegna della letizia e della speranza.

Video

Domenica ad Abidjan

{pp_youtube}yE8Sj3Qdx6g{/pp_youtube}

La missiose ad Alépé

{pp_youtube}6PBPOjk0Olg{/pp_youtube}

La missione ad Abidjan

{pp_youtube}DmuNVBZCh3Q{/pp_youtube}

Pellegrinaggio a Yamoussoukro

{pp_youtube}4XpPLAP0K5I{/pp_youtube}

Presentazione dell’incontro

Mauro Jöhri – Italiano  

{pp_youtube}R3mIaiIPIMY{/pp_youtube}

Norbert Auberlin – Français

{pp_youtube}Q3a7gV6sW8I{/pp_youtube}

Thomas Zulu – English

{pp_youtube}l8lTPhzc1nA{/pp_youtube}

Afonso Nteka – Português

{pp_youtube}aQj58psgMSs{/pp_youtube}

Foto

Abidjan, l’incontro panafricano dei Cappuccini

Custodia dei Frati Minori Cappuccini San Francesco d’ Assisi della Costa d’Avorio - Novembre 2016

1976:    i frati cappuccini sono giunti in Costa d’Avorio nel mese di dicembre del 1976. Il Ministro Generale ha affidato la missione ai frati della Provincia di Lombardia (Milano, Italia).

1984:    la missione viene proclamata Custodia il 1 gennaio 1984.

Alcuni « numeri » per conoscere la realtà attuale della Custodia:

  • 3 fraternità:
    • Abidjan-Angré (Diocesi di Abidjan): fraternità che, dal 2000, accoglie i frati nell’ultima tappa della formazione iniziale per la teologia o per una formazione specifica o professionale;
    • Alépé (Diocesi di Abidjan): è la fraternità del postulato dal 1992; i frati si occupano anche di un foyer per giovani studenti della scuola secondaria e di una parrocchia;
    • Zouan-Hounien (Diocesi di Man): è una fraternità parrocchiale, per il fatto che tutti i frati sono impegnati nella parrocchia, che ci è stata affidata dal 1981.
  • Statistica:
    • 29 frati di cui 18 professi perpetui e 11 professi temporanei.
    • Dei 29 frati 7 sono missionari (5 italiani e 2 camerunesi) e 22 ivoriani.
    • Dei 18 professi perpetui 7 sono missionari e 11 sono ivoriani.

Ultima modifica il Mercoledì, 30 Novembre 2016 10:17